IMG_0216.JPG
Psicotraumatologia e EMDR 
Le vite di alcune persone sembrano fluire come in un racconto; la mia ha avuto molte fermate e ripartenze. Questo è ciò che fa il trauma. Interrompe la trama... semplicemente accade e, dopo, la vita va avanti. Nessuno ti prepara a questo.
Jessica Stern

L’esperienza maturata in campo adottivo e con i pazienti che avevano subìto traumi mi ha avvicinato allo studio degli effetti delle esperienze traumatiche sullo sviluppo. Per anni ho approfondito il tema dell’abuso e del maltrattamento dedicandomi alla psicoterapia di vittime di tali esperienze ed appassionandomi alla psicotraumatologia, ovvero quella disciplina che studia la natura e l’effetto dei traumi psicologici sull’essere umano e le modalità terapeutiche necessarie alla loro elaborazione.   Le esperienze traumatiche possono essere rappresentate da singoli eventi improvvisi che mettono a rischio la sopravvivenza (come un terremoto o un disastro naturale), ma anche da traumi complessi quando ci si riferisce alla esposizione, soprattutto nelle prime fasi dello sviluppo, a ripetute esperienze di abuso o negligenza da parte delle figure di accudimento. Ciò che accade normalmente di fronte ai traumi ed alle esperienze altamente stressanti è l’avvio di un naturale processo di elaborazione che porterà al superamento dell’esperienza. Quando questo processo, per una serie di motivi, si blocca la persona potrà andare incontro ad una sindrome da stress postraumatico o ad un disturbo traumatico dello sviluppo.

 

Quando rivolgersi ad uno psicologo?

E’ bene rivolgersi allo psicologo esperto in psicotraumatologia, quando, in seguito ad un lutto o ad un evento traumatico si avvertono una serie di sintomi quali:

  • Costante livello di ansia e ipervigilanza

  • Riattivazione dell’esperienza traumatica al presentarsi di minimi segnali che ricordano il pericolo

  • Disturbi somatici

  • Apparente distacco emotivo, anestetizzazione delle emozioni, senso di congelamento e ottundimento

  • Flashback o pensieri intrusivi

  • Abuso di sostanze come via di fuga

  • Disturbi del sonno

E’ bene intraprendere una terapia individuale con uno psicologo esperto in psicotraumatologia quando si presentano una serie di sintomi nella vita attuale che sono legati ad esperienze infantili di abuso e negligenza non elaborate. Quando le esperienze di abuso e negligenza sono ripetute e perpetrate da quelle stesse persone che dovrebbero prendersi cura del bambino, il bambino vive una condizione di confusione in cui resta intrappolato. L’unica soluzione è tenere separate le esperienze con il risultato che la persona resta come divisa in due parti: la parte che le permette di andare avanti nella vita e che sembra apparentemente adattata e la parte emotiva che ha memoria del trauma che viene quindi allontanata e dissociata, ma che riemerge sotto forma di sintomi e innalzamento automatico delle difese quando si sente minacciata.    

 

Come lavoro con i traumi?

I metodi che utilizzo nella elaborazione dei traumi e nel caso di disturbi dissociativi della personalità sono:

  • EMDR: il metodo EMDR lavora sul ricordo degli eventi traumatici attraverso movimenti oculari bilaterali riattivando la capacità innata di reagire che è stata invece bloccata dall’impatto emotivo e gli effetti del trauma. E’ un metodo validato scientificamente e inserito nelle linee guida dell’OMS quale intervento d’elezione nel trattamento dei traumi

  • Dialogo tra le parti dissociate

  • Dialogo interno curativo

  • Tavola dissociativa