Psicoterapia individuale
Chi perde la propria individualità perde tutto. 
Mahatma Gandhi

La persona è un sistema complesso il cui stato di benessere è legato all’equilibrio di molti fattori, come evidenziato dal modello biopsicosociale. Il modello biopsicosociale è una strategia di approccio alla persona, che attribuisce lo stato di salute o di malattia all’interazione intricata e variabile di fattori biologici, psicologici, sociali. Questo modello si contrappone a quello biomedico, che attribuisce la malattia principalmente a fattori biologici, anomalie somatiche o cause genetiche. Solo per fare un esempio, una persona può avere una predisposizione genetica alla depressione, ma devono essere presenti fattori sociali (come ad esempio lo stress estremo), psicologici, relazionali e ambientali per la costruzione e la strutturazione della malattia.

In base a queste premesse, risulta evidente come il dualismo mente – corpo (risalente nella nostra cultura ai tempi di Cartesio), incontri tutti i suoi limiti. I moderni studi della neuro-psico-immunologia, evidenziano come esperienze infantili di sviluppo traumatico modificano l’anatomia del cervello, le reti neurali in cui sono immagazzinate le informazioni, il sistema neuroendocrino e di conseguenza le risposte del sistema immunitario.

Quando è indicata la psicoterapia individuale?

E’ bene rivolgersi allo psicoterapeuta quando la persona sperimenta un disagio emotivo, si trova in una situazione di stallo o di blocco evolutivo o presenta la comparsa di sintomi che non riesce a comprendere ed affrontare facendo appello alle proprie risorse. Il sintomo, che sia ad espressione prevalentemente psichica o somatica, è una denuncia della rottura di un equilibrio e deve essere trattato in maniera complessa, comprendendone il significato ed inserendolo nel quadro di vita della persona. Dal momento che il nostro cervello è plastico e modificabile in base alle esperienze relazionali, l’elaborazione che avviene nel percorso di psicoterapia conduce a vere e proprie modificazioni strutturali che permettono alla persona di funzionare in maniera più soddisfacente nel suo mondo relazionale interno ed esterno.

Come lavoro con gli individui?

Nel rispetto della complessità della persona umana propongo un modello di psicoterapia individuale integrato che unisce

  • Modelli di intervento di matrice sistemica

  • Tecniche della psicotraumatologia (EMDR, dialogo interno tra le parti)

  • Analisi del sistema di attaccamento e dei Modelli Operativi Interni

Il percorso di terapia è un viaggio che si percorre insieme. Il paziente cammina al fianco del professionista, che mette a disposizione la sua competenza ed esperienza, ma è il paziente che resta il maggiore esperto della sua vita. Si punta, quindi, a valorizzare le risorse del paziente ed a renderlo attivo protagonista del suo percorso di terapia e della sua vita.